Tasso BCE ai minimi storici

Serviva la crisi per far muovere Draghi e fare il record al ribbasso del tasso d’ interesse della BCE? Beh la realtà è questa. Chi l’ avrebbe detto che una crisi economica così duratura potesse portare benefici a chi ha stipulato mutui inpagabili, specialmente quelli a tasso variabile, e che ora si ritrovano a pagare rate più basse del 30%. Il tasso fisso purtroppo oggi è diventato un problema per i debitori; un salasso che si fa fatica a superare. Il tasso variabile invece, essendo ai minimi, ha agevolato coloro che avevano questo tipo di mutuo e che hanno avuto l’ intuizione di non convertirlo a tasso fisso anche nel peggior momento prima della crisi ed all’ inizio. Beh la rivincita dei poveri in un certo senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *