Referendum: le sorti del sistema bancario italiano

Le dichiarazioni di molti esponenti politici ma anche di economisti e bancari, in quest’ ultima settimana prereferendaria, sono state abbastanza mirate sul problema della stabilità del settore bancario italiano. L’ esposizione è stata anche troppo esagerata su un crollo del sistema bancario italiano in caso di vittoria del NO. Testate giornalistiche specializzate hanno scritto addirittura che c’è il rischio che 8 banche italiane salterebbero in caso di vittoria del NO. Altre si espongono sul futuro roseo delle banche italiane in caso di vittoria del si. Sicuramente la stabilità politica che porterebbe la conferma della riforma costituzionale attirerebbe gli investitori non solo italiani ma soprattutto esteri e ciò gioverebbe alle nostre banche e maggiormente a quelle in difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *