I principali vantaggi del conto deposito vincolato online

L’idea di aprire un conto deposito vincolato, potrebbe comportare uno stragrande numero di benefici che, per la loro reale garanzia, richiedono un’ottima attenzione nella scelta ponderata di un conto. Recentemente, chi vuole risparmiare tende a scegliere, come opzione oculata, l’apertura di un conto deposito, come strumento finanziario favorito per l’investimento del proprio denaro; infatti, l’apertura di un conto deposito offre due vantaggi:

  • la garanzia di avere tassi d’interesse maggiori rispetto ad un conto corrente classico;
  • la garanzia di sicurezza contro i rischi che derivano da altri strumenti finanziari.

Il vantaggio principale, però, è proprio quello relativo all’apertura del conto deposito; offre la possibilità, infatti, di aprirlo online, tramite internet, senza doversi rivolgere fisicamente in filiale per la stipula di tutti i documenti necessari.

Ma come funziona un conto deposito vincolato online?

Il periodo di tempo del vincolo della somma di denaro investito, non ha un limite prestabilito dalla banca: l’apertura del rapporto, quindi, non è subordinata a precise direttive bancarie e contrattuali, bensì, a discrezione del cliente.

Il periodo di tempo può essere relativamente breve o medio/lungo, a seconda delle esigenze economiche di chi vuole aprire il conto; la banca, però, potrebbe decidere se accettare o meno con eventuali modifiche temporali, in relazione a condizioni contrattuali e alla somma che s’intende vincolare.

Per ottenere il massimo rendimento d’interessi e garanzie, da un conto deposito vincolato, occorre però, cercare di confrontare le condizioni di banca offerte per questo tipo di servizio, in funzione particolare del tasso effettivo garantito: infatti, alcuni conti deposito vincolati potrebbero offrire condizioni di tassi maggiormente convenienti, nei primi mesi del deposito patrimoniale e meno redditizie, col passare del tempo; quindi, la ricerca di eventuali informazioni e confronti nei riguardi di questo servizio, potrebbe evitare, in seguito, spiacevoli delusioni.

Inoltre, il conto deposito vincolato offre la sicurezza di rimborso, in caso di fallimento bancario, fino ad un massimo di 100.000 euro: la presenza del fondo interbancario a tutela dei depositi, è una condizione d’obbligo a cui dovrà aderire ogni banca d’Italia.

La caratteristica principale di un conto deposito vincolato, sta, infatti, nel vincolo economico: se ci s’impegna a vincolare una certa somma di denaro sul conto, si avrà l’inabilità di prelievo per il periodo di tempo stabilito, per l’investimento; questa è, una delle motivazioni più valide, per cui un potenziale cliente, potrebbe decidere di optare per altri conti deposito, spinto dalla preoccupazione di non poter disporre della somma vincolata, nel momento di necessità. La banca, però, in caso di necessità, non può negare il prelievo della somma, per cui offre la rescissione anticipata del contratto di conto deposito vincolato, che potrebbe comportare una penale di pagamento o il mancato conteggio degli interessi maturati sulla somma, nell’ultimo periodo.

Il concetto basilare è veramente molto facile da capire: chi è intenzionato ad aprire un conto deposito vincolato, deve investire e vincolare una parte del proprio patrimonio per un determinato periodo temporale; quindi, lo scopo principale del conto deposito, sarà quello di far fruttare interessi, tanto più elevati quanto più il conto rimarrà aperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *