Mercato del Forex, conosciamolo meglio

Il forex, noto anche come “currency trading”, è uno dei mercati più grandi del mondo in cui investire denaro. Tutte le valute del mondo possono essere messe in rapporto tra di loro al fine di conoscerne il relativo valore, ovvero quello che hanno l’una nei confronti dell’altra. Tutti i giorni i tassi di cambio tra le diverse valute variano ed è questo uno dei motivi che rende il forex così interessante per gli investitori.

Tra i vantaggi del mercato valutario c’è il fatto che non esiste una borsa centralizzata di riferimento, pertanto è possibile investire 24 ore su 24 (dalla domenica sera fino al venerdì sera), con le principali aree commerciali che sono le borse di Tokyo, Londra e New York, ovvero quelle in cui si investe di più e che generano le maggiori opportunità.

Quando si investe nel mercato delle valute è importante, per prima cosa, conoscere quali sono i codici internazionali delle singole valute, anche perché sono proprio questi che vengono usati da ogni broker per indicare una valuta piuttosto che un’altra. Ad esempio, “EUR” è il simbolo dell’euro, “USD” quello del dollaro USA, “GBP” è la sterlina britannica e “JPY” lo yen giapponese.

Tra queste valute, le più interessanti da scambiare sono le cosiddette “major”: dollaro statunitense, euro, sterlina inglese, dollaro australiano, dollaro neozelandese, dollaro canadese, franco svizzero e yen giapponese.

A seconda della borsa aperta in un dato periodo di tempo, le singole valute presentano dei movimento di prezzo più o meno forti. Per la precisione, possiamo dire che quando la borsa di riferimento è aperta, i movimenti di una data valuta sono maggiori. Ad esempio, durante l’orario di apertura della borsa di Londra, è solitamente la sterlina inglese a muoversi di più e ad offrire le maggiori opportunità di investimento.

Le valute e i loro movimenti sono influenzati da tutta una serie di dati ed informazioni che vengono rese note nel corso di un dato periodo di tempo e che si riferiscono, nello specifico, alle economie di tutto il mondo. Facciamo un esempio per capire meglio: tutte le valute sono influenzate dalle notizie sui tassi di interesse rilasciate dalle banche centrali in maniera periodica, oppure dal PIL della zona economica cui si riferiscono, o ancora dall’andamento del tasso di disoccupazione e dai dati degli acquisti.

Chi può investire nel forex? In linea teorica, tutti possono farlo perché le barriere all’ingresso sono molto basse: basta un computer, una connessione ad internet e la scelta di un broker di trading autorizzato ad operare in Italia e affidabile.

Tra la teoria e la pratica, tuttavia, ce ne passa, e di conseguenza non tutti riescono a guadagnare investendo denaro in questo mercato, si dice che solo il 5% di coloro che ci provano, alla fine, sono così in gamba e hanno il giusto approccio mentale (si, perché il forex è anche un gioco psicologico) da poterlo trasformare in una vera e propria professione.

Se non lo hai mai fatto prima, perché non provare ad iniziare già da oggi? Il versamento minimo richiesto è di 100 € , ma le soddisfazioni (anche economiche) che potresti toglierti sono davvero enormi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *