Interpretazione e l’efficacia della norma giuridica

Poiche’ la norma giuridica è astratta, la sua applicazione ai casi concreti richeide che essa venga interpretata.
– L’interpretazione consiste nell’attribuzione alla norma del significato voluto dal legislatore.
Vari soggetti compiono l’interpretazione delle norme: il legislatore attraverso l’interpretazione autentica, i giudici nello svolgimento della loro funzione e i giuristi, cioè gli studiosi di diritto attraverso le loro ricerche.
– I principali criteri attraverso i quali la norma viene interpretata sono: L’interpretazione letterale, basata sul significato proprio delle parole; L’interpretazione logica, che cerca di ricostruire la logica intenzione del legislatore che l’ha emanata; l’interpretazione analogica, che consiste nell’applicazione di norme giuridiche a ipotesi diverse da quelle per cui esse erano state dettate, ma aventi caratterisitche analoghe o equiparabili.
– La legge e gli atti aventi forza di legge entrano in vigore quindici giorni dopo la loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Da questo momento le leggi hanno validita’ piena.
– Si dice che una norma è stata abrogata quando non è più in vigore. Cioò può accadere in forza del contenuto di norme successive o a causa di un referendum popolare.
– Dal punto di vista temporale, le leggi producono effetti solo per l’avvenire ( non retroattivita’ degli atti normativi).
– Dal punto di vista spaziale, gli effetti delle norme giuridiche si producono solo nell’ambito territoriale in cui esercita la sovranita’ l’ente che le ha emanate.

2 pensieri riguardo “Interpretazione e l’efficacia della norma giuridica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *